Corso Anticorruzione - Livello specialistico

 

PREMESSA:

La legge 6 novembre 2012, n. 190, recante ”Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione”, tra i vari adempimenti, prevede (articolo 1, comma 8) l’obbligo per tutte le amministrazioni pubbliche di approvare un proprio Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione (PTPC) nel quale devono, anche, essere definite le procedure appropriate per selezionare e formare i dipendenti destinati ad operare in settori particolarmente esposti alla corruzione.

La mancata predisposizione del piano e la mancata adozione delle procedure per la selezione e la formazione dei dipendenti costituiscono elementi di valutazione della responsabilità dirigenziale.

Anche il PNA - Piano Nazionale Anticorruzione - approvato dalla CiTIV-ANAC, su proposta del Dipartimento della Funzione Pubblica, dedica una specifica sezione al tema della formazione (pagg. 48 e seguenti) individuando due livelli:

- livello generale, rivolto a tutti i dipendenti;

- livello specifico, rivolto al responsabile delle prevenzione, ai referenti, ai componenti degli organismi di controllo, ai dirigenti e funzionari addetti alle aree di rischio.

 

DESTINATARI:

Corso per responsabili anticorruzione, Referenti del responsabile anticorruzione, Risorse coinvolte nella predisposizione del piano triennale di prevenzione della corruzione, risorse impegnate in attività a rischio.

 

OBIETTIVO:

Il corso si propone  di fornire ai destinatari  un’adeguata formazione sugli adempimenti normativi connessi alle disposizioni legislative in materia di anticorruzione, al fine di prevenire e contrastare i fenomeni corruttivi e diffondere la conoscenza sul corretto comportamento dell’agire legale ed etico, nella Pubblica Amministrazione.

 

DURATA: Ore 8.

 

PROGRAMMA:

  • La misurazione del fenomeno corruttivo
  • La nozione di corruzione e i tratti caratterizzanti del fenomeno
  • I due pilastri della Legge Anticorruzione
  • I reati di corruzione e il sistema di repressione e di prevenzione penale
  • Il pilastro della prevenzione
  • Le convenzioni internazionali
  • Il sistema anticorruzione in Italia
  • Il Dipartimento della Funzione Pubblica e l’Autorità Anticorruzione
  • Le deleghe contenute nella Legge n. 190/2012
  • Il D.lgs. n. 33/2013 in materia di trasparenza e pubblicità
  • Il D.lgs. n. 39/2013 in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi
  • Il D.lgs. n. 235/2013 in materia di incandidabilità e di divieto di cariche elettive e di governo
  • Il D.P.R. n. 62/2013, il codice di comportamento dei dipendenti della Pubblica Amministrazione
  • Il Piano Nazionale Anticorruzione e i Piani Triennali di Prevenzione della corruzione
  • Il Responsabile Anticorruzione
  • Gli altri soggetti coinvolti a livello locale nel Sistema Anticorruzione
  • Gli obiettivi strategici indicati nel PNA
  • La predisposizione del PTPC
  • L’attività di risk assessment
  • Analisi contesto, Analisi organizzazione
  • Mappatura processi
  • Aree e attività a rischio
  • Misurazione del rischio
  • Analisi del rischio
  • Le misure di gestione del rischio di corruzione
  • I protocolli comportamentali e la proceduralizzazione
  • L’implementazione del Sistema Anticorruzione
  • I sistemi di controllo e l’internal audit nella Pubblica Amministrazione
  • Il monitoraggio

 

 

Contatto

 

CONTATTACI PER AVERE ULTERIORI INFORMAZIONI